Collezionismo 2013: what’s hot?

Collezionismo 2013: what’s hot?

0
Collezionismo what's hot 2013 tendenze

Il ‘mago della valutazione’ Lark Mason, fondatore di iGavel Acutions, aveva fatto a inizio anno una previsione per le tendenze più hot del collezionismo nel 2013. Alcune di queste dritte possono essere valide anche nel Vecchio Continente, altre sembrano appartenere solo alla cultura del Nuovo Mondo. Dice Mason che la parola d’ordine è ‘qualità’ e questa è un consiglio da tenere a mente, anche quando non si è in cerca di investimenti “Solo i pezzi in perfetta forma e di migliore qualità saranno richiesti. – dice – Anche i mercati più lenti nel decollare hanno varchi luminosi e in quelli i potenziali acquirenti saranno più interessati a pezzi che sono i migliori”.

Armi da fuoco

Mentre la Nazione continua a interrogarsi sul Secondo Emendamento (relativo al possesso di armi da fuoco), i collezionisti continuano a bramare cimeli militari e vecchi attrezzi da caccia. Dice Mason. “Fra tutti coloro che amano stare al’aperto e utilizzare armi da fuoco, una buona percentuale diventa collezionista. In ogni mercato servono energie fresche e quello delle armi da fuoco ne ha da vendere”.
La nostra opinione – Questo è sicuramente un esempio di mercato geolocalizzato. Le armi da fuoco non sono oggetti di uso domestico in Europa come lo sono negli Stati Uniti e rappresentano quindi una nicchia ben più ristretta. Diverso è il discorso delle armi storiche, armi bianche, da fuoco, etniche e quanto altro, che invece sono piuttosto vitali come filone.

Cineseria

FamigliaRosa“I numeri di acquirenti in Cina è sconcertante e la quantità di materiale limitato. I cinesi sono sempre più selettivi ed esigenti e il mercato dovrebbe diventare un po’ più razionale, con una particolare attenzione per i criteri universali di collezionisti: la qualità e la rarità”.
La nostra opinione – Come sottolinea Lark Mason è un mercato difficile per la quantità di oggetti proposti, spesso non rispondenti ad alcun criterio qualitativo. Il consiglio è documentarsi e affidarsi a canali di vendita affidabili, perché i pezzi buoni dell’arte orientale si rivelano, alle più attente analisi, come sicuri beni rifugio con ampie possibilità di crescita nella valutazione.

Orologi fashion

Tra gli uomini più maturi controllare il tempo su smartphone e tablet non si fa, ma gli orologi old style hanno un valore anche per i più giovani, interessati ai meccanismi perfetti, al design e ai materiali che rendono certi orologi di valore assoluto.
La nostra opinione – Le Case d’Aste italiane e straniere più prestigiose non mancano quasi mai di avere fra i top lots orologi di marchi storici, sempre richiestissimi (p.e. Rolex, Audemars Piguet, Cartier etc.).

Ottimi vini

vini-ducasse“Come per gli orologi, anche per i vini le dimensioni aiutano, potendo essere collezionati in grande quantità. Entrambi, poi, non sono limitati ad un target di persone precise. Tutti abbiamo bisogno di indossare cose belle e utili e di goderci il cibo e le vivande. Questo mercato è destinato ad un passo crescente”.
La nostra opinione – Si tratta di un mercato, come sottolinea Mason, adatto anche ai più giovani. Le vendite di ottime annate possono essere fruibili anche per portafogli nella media e in Europa, decisamente più che negli Stati Uniti, la cultura del vino fa parte del nostro DNA.

Fonte: http://www.businessinsider.com/9-hot-collectible-trends-in-2013-2012-12?op=1#ixzz2XDCrXWDQ

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY


*