Curiosità scientifiche: metodi e strumenti di misurazione antichi.

Curiosità scientifiche: metodi e strumenti di misurazione antichi.

0
palmo corcumello sistema misurazione antico

Misurare il tempo e lo spazio, pesare i solidi, quantificare in genere è un bisogno dell’uomo fin dall’inizio dei tempi. Per questo, nel corso dei secoli, l’umanità ha sviluppato e fatto uso di molteplici strumenti per misurare i terreni, calcolare il volume dei liquidi come vino e olio, pesare oro o grano.

L’Impero Romano fu da sempre impegnato a dare solidità ai propri confini unificando le terre conquistate nella lingua latina, ma anche nell’utilizzare un sistema codificato di misure al fine di agevolare gli scambi commerciali. Oncia, libbra, piede, miglio furono usate fino al Medioevo quando l’età comunale segnò la frammentazione del territorio della penisola italiana. Sarà solo nel XIX secolo, dopo l’unità d’Italia che l’adozione del sistema metrico decimale sostituirà progressivamente le unità di misure locali.

Uno dei più elementari strumenti utilizzati dall’uomo per la misurazione è stato il proprio corpo. Il cubito per esempio era la lunghezza del braccio dalla punta del dito al gomito. A sua volta suddiviso in parti più piccole come palmo o pollice. Un interessante documento del Catasto di Corcumello in Abruzzo, datato 1753, reca un sonetto dove si riportano le misure agrarie in uso come appunto il palmo, un sottomultiplo della canna. Per ottenere la misura equivalente a una Canna di Corcumello occorrevano 10 palmi e mezzo Romani, oppure 9 del Regno di Napoli.

Il pollice è oggi in uso nei paesi anglosassoni, come Regno Unito e Stati Uniti d’America. La sua applicazione trova ampio impiego in molti settori tecnologici e in rete sono disponibili utili strumenti online di conversione da pollice a centimetro.

Collezioni di strumenti scientifici

In giro per l’Italia ci sono importanti collezioni di strumenti scientifici di misurazione, parte essenziale della storia della scienza universale.

L’Accademia dei Fisiocritici di Siena espone nella sala Bettino Ricasoli, una Collezione storica di strumenti di metrologia legale. Sono quindi oggetti costruiti e utilizzati per garantire certezza e sicurezza legale nella determinazione qualitativa e quantitativa di misurazioni effettuate nel commercio e la tutela del consumatore. Include strumenti per la misura delle lunghezze e dei volumi, varie serie di pesi, bilance, termometri, livelle, calibri e altro.

Il Museo Bagatti Valsecchi a Milano ospita nella propria biblioteca una collezione di strumenti di misura, come: sfere armillari, un microscopio in avorio, una coppia di globi cinquecenteschi, una ‘misura’ tedesca simile ad un centimetro in ottone e avorio del XVI secolo.

Il Museo Galileo a Firenze infine racconta la storia della scienza, attraverso l’evoluzione degli strumenti utilizzati dall’uomo nel commercio, nell’esplorazione geografica e astronomica, nel calcolo fisico e matematico. Reperti unici visitabili anche online grazie al progetto di Google Street View. Un tour virtuale che permette di attraversare l’intero percorso espositivo museale e i locali della biblioteca. Il visitatore potrà così ammirare i circa 1000 oggetti appartenuti alle collezioni medicee e lorenesi, attraversando virtualmente oltre 7 secoli di storia della scienza.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY


*