giovedì , 17 agosto, 2017
Blog

0
mercatino Barga foto bicicletta da collezione

In giro per Barga la seconda domenica del mese, un’occasione per trovare oggetti del passato e ammirare un borgo straordinario della Garfagnana.

0
mercatino artigianato e collezionismo Barga

Il mercatino dell’artigianato e del collezionismo di Barga si svolge ogni seconda domenica del mese. Un’occasione da non perdere per gli appassionati. In uno dei Borghi più belli d’Italia.

Barga in Garfagnana merita una sosta. Per gli amanti del bello, sempre. E anche per gli appassionati dei mercatini. Ogni seconda domenica del mese, infatti, si svolge il Mercatino di artigianato e collezionismo. I banchi sono dislocati nel centro storico e nella pizza antistante Porta Reale.

mercatino artigianato e collezionsimo Barga Porta RealeCirca quaranta gli stand presenti, fra prodotti di artigianato, hobbistica e fatto a mano, collezionismo e robivecchi.

mercatino Barga particolare banco collezionisimo

L’organizzazione del Mercatino di Barga è ora affidata a WePlanner, in collaborazione con la Pro Loco e ArtCom Barga. Info: mercatinobarga@gmail.com

0
Car boot sale mercatino a Orbetello 21 maggio

Domenica 21 maggio a Orbetello (Grosseto) occasione per diventare mercanti, con la vendita di oggetti usati, vintage, collezionismo.

Il Car Boot Sale si riferisce a un particolare tipo di mercato dove i venditori non sono professioni, ma semplici cittadini che vogliono liberarsi di qualcosa. Gli articoli più comuni sono residui da trasloco, chincaglierie che occupavano il solaio, vecchi giocattoli di un bambino, vestiari dismessi, o tutto ciò insomma che non serve più al proprietario.

Posto perfetto per i collezionisti di ogni genere e qualche volta è possibile trovare delle vere e proprie occasioni, oggetti che valgono molto e il cui grande valore è sconosciuto al venditore tra tutti i bric-a-brac.

Occasione per pulire il garage e la mansarda, o per godere di una giornata da trascorrere in cerca di occasioni: Car Boot Sale a Orbetello ogni terza domenica del mese (PRENOTAZIONE SPAZI)

QUANDO: 21 maggio 2017
DOVE: loc. La Spiaggetta di Orbetello – Grossetto (MAPPA)
INFO: Cataldo, +39 347 3638993

0
artingegno festival artigianato slow 27 e 28 maggio 2017

27 e 28 maggio 2017 presso Agrilab a Campagnano di Roma è in programma Artingegno con mostra mercato, dimostrazioni e laboratori.

Un’occasione da non mancare per avvicinarsi al bello del fatto a mano. Oggetti di ceramica, tessuto, legno, del cuoio, vetro, macramè, chiacchierino, sculture a cera persa, mosaico, affresco. Un giro fra gli artisti-artigiani presenti, permetterà al pubblico di recuperare il valore dell’elemento umano nelle cose. Oggigiorno avvalersi di tecniche artigianali è una scelta ben precisa di chi sa ancora intravedere la magia di procedimenti antichi e l’importanza di tramandare questi saperi. Una dimensione del comprare più a misura d’uomo.
I manufatti che gli artigiani e artisti selezionati propongono, sono quindi slow: frutto di un lavoro dove centrale è la persona e la sua maestria, realizzati con pochi strumenti e tanta passione. Ma anche pezzi d’autore perché frutto di ingegno e fantasia, pezzi unici che non troverete altrove.
QUANDO: sabato 27 e domenica 28 maggio 2017
DOVE: Agrilab, via del Pavone 140, Campagnano di Roma (MAPPA CAMPAGNANO)
INFO: sito internet artingegno.wordpress.com

0
Concorso soldatini Western Gun Trinità

Frammenti di Storia, Concorso Internazionale del Soldatino, si è svolto sabato 11 e domenica 12 marzo 2017 a Calenzano.

soldatino piatto mamalucco Concorso Calenzano 2017

Il Concorso con il Patrocinio del Comune di Calenzano ha coinvolto tutti i Club e associazioni Italiane con partecipazioni anche straniere di creatori di soldatini, scultori e pittori. Centinaia le opere esposte  raffiguranti periodi storici ben definiti:”Antico“, “Medioevo“; “Napoleonico“; “Civile ed etnico“; “Fantasy“.

concorso_ soldatini_calenzano_soldato_romano

Oltre al Premio Regione Toscana in palio anche un’opera del Maestro Mario Caciotti ultimo degli espressionisti e quelli di Enti, Associazioni, Banche. Un premio speciale e originale  tutto in “pasta” è stato messo in palio da Michele Portoghese come ricordo del comprensorio e del Made in Toscana.

concorso soldatini premi 2017

0
mercanteinfiera primavera 2017 finestra sul vintage e collezionismo

Immancabile un giro a Mercanteinfiera di Parma! Si tratta di un appuntamento che chiama a raccolta antiquari, appassionati, dealer e compratori da tutta Italia e non solo… Si compie un autentico viaggio nei secoli e nelle mode, girando fra gli stand e i circa 1000 espositori. Abbigliamento vintage, mobili di alta epoca, quadri, borse e occhiali, oggettistica inglese, modernariato, ceramiche e porcellane d’epoca, arredi da esterno e da giardino, animali imbalsamati e… unicorni!

mercante in fiera di primavera 2017 stand con unicorno impagliato

Non ci credete? Date un occhio a queste foto e ve ne renderete conto! Amate il design, che fra gli anni ’60 e ’70 colorava le nostre case, con lampade, divani, sedie e accessori di varie forme e materiali? Avrete di che lustrarvi gli occhi.

mercanteinfiera primavera 2017 lampade di design vintage

Sempre di impatto gli oggetti di modernariato, come i fascinosi jukebox che negli anni Sessanta accompagnavano gli scatenati rock and roll.

mercanteinfiera primavera 2017 modernariato jukebox

Alcuni stand sono imperdibili per l’ambientazione vintage che riporta ad atmosfere recenti eppure già lontanissime dalla nostra realtà digitale e dematerializzata.

mercanteinfiera_primavera_2017_modernariato_pompa_benzina_marylin

In altri stand vi capiterà di incontrare espositori che sono anima della fiera e vero motore del settore, come da “Vecchie cose inglesi” di Manfroni Nerio.

mercanteinfiera_primavera_2017_manfroni_nerio_vecchie_cose_inglesi_rimini

Da segnalare, fra le collaterali, un’interessante mostra dal titolo “L’Oro Matto e il gioiello fantasia nella prima metà del Novecento“, sessanta anni di alta bigiotteria italiana, in collaborazione con il Museo del Bijou di Casalmaggiore e a cura di Bianca Cappello.

mercanteinfiera primavera 2017 mostra bijoux copia collier Liz Taylor Bulgari regalo Burton

0
vecchio cappello tuba al Mercato delle Pulci di Santo Spirito

Eccoci al Mercatino delle pulci di Santo Spirito a Firenze. Siamo nel cuore dell’Oltrarno. Il quartiere bohémien di Firenze. Botteghe artigiane e negozi vintage, ma anche importanti atelier di antiquariato si snodano poco distante, fra Via de’ Serragli e Via Maggio. Girellare per i mercatini delle pulci è un’occasione ghiotta non solo per scoprire oggetti curiosi e incrementare la propria collezione. Anche i fotografi si sbizzarriscono a caccia di scatti suggestivi e di soggetti particolari. Così non sarà difficile che incontriate turisti, designer, stilisti con la macchina fotografica in mano, a caccia di idee e di foto emozionanti.

Emozionante è sicuramente la Basilica di Santo Spirito, semplice e austera. Tavolta involontaria testimone, purtroppo, di notti brave sul suo sagrato.

Basilica di Santo Spirito a Firenze

Il Mercatino delle pulci di Santo Spirito è vario e presenta banchi di usato, mobili in legno, rigatteria e brocante, abbigliamento vintage come cappelli, abiti, scarpe accessori. Il banco con i cappelli colorati, da uomo e da donna, vintage e moderni, è molto fotogenico!

mercatino di Santo Spirito banco di cappelli colorati. In giro per mercatini

Fra gli oggetti più osservati e desiderati ai mercatini delle pulci e del collezionismo, non possono non citare i vecchi giocattoli (leggi articolo su collezionismo giocattoli). Che si tratti di un cavallino a dondolo, di una bambola da collezione o, come in questo caso, di giocattoli di latta, hanno un qualcosa di irresistibile, come ogni ricordo che si lega al concetto di infanzia.

mercatino di Santo Spirito banco giocattoli di latta. In giro per mercatini

Al Mercatino delle pulci di Santo Spirito spopolano i banchi curiosi, destinati ai collezionisti incalliti: cavatappi, boccali di birra (leggi articolo su collezionismo birrario), vecchie maniglie. Il banco di lenti di ingrandimento è uno di quelli. Perché il collezionismo, si sa, non conosce limiti alla fantasia.

mercatino di Santo Spirito banco lenti di ingrandimento. In giro per mercatini

Anche le insegne pubblicitarie sono un oggetto che attira curiosi e collezionisti. Il marchio Coca-Cola ha un fascino intramontabile, specie davanti all’obiettivo fotografico.

mercato di Santo Spirito banco di insegne pubblicitarie. Foto mercatini delle pulci

Il Mercatino delle pulci di Santo Spirito è in programma la seconda domenica del mese. Giro effettuato domenica 12 febbraio 2017. Grazie a Simone Cardi per le bellissime foto e per questo artistico auto ritratto! #ingiropermercatini

Simone Cardi fotografo al mercatino delle pulci di Santo Spirito

0
Bruciaprofumi zun arcaistico a forma di tapiro, Cina, periodo Ming, secolo XVI, Museo d'Arte Orientale Chiossone, Genova

Lunedì 13 febbraio 2017 dalle ore 10 alle 13 presso l’Istituto Giapponese di Cultura a Roma, è in programma il Simposio Internazionale su “Antichi bronzi cinesi in giappone e in italia collezioni e studi antiquariali”. Il simposio nasce da una collaborazione tra Istituto Giapponese di Cultura/Japan Foundation e Museo d’Arte Orientale ‘Edoardo Chiossone’ di Genova e anticipa parte importante dei risultati che saranno presentati nella mostra e nel catalogo Food for the Ancestors, Flowers for the Gods: transformations of archaistic bronzes in China and Japan (inaugurazione presso il Museo Chiossone di Genova il 31 marzo 2017). Lingua italiana. Ingresso libero fino a esaurimento posti

PROGRAMMA DEL SIMPOSIO

Introduzione al simposio
ore 10 Dott.ssa Naomi Takasu, Direttrice, Istituto Giapponese di Cultura in Roma ore 10.15 Dott.ssa Donatella Failla, Direttrice, Museo d’Arte Orientale ‘Edoardo Chiossone’, Genova

Relazioni
ore 10.25 Dott.ssa Nishida Hiroko, Nezu Bijutsukan, Tōkyō (relatrice-ospite speciale) Old Bronze Flower Vases from China in Japan
ore 11.10 Dott. Roberto Ciarla, Curatore Sezione Estremo Oriente, Museo delle Civiltà – Museo Nazionale d’Arte Orientale ‘G. Tucci’ L’arte del bronzo nella Cina arcaica: la collezione del Museo Nazionale d’Arte Orientale
ore 11.55 Dott.ssa Donatella Failla, Direttrice, Museo d’Arte Orientale ‘Edoardo Chiossone’, Genova Trasformazioni dei bronzi arcaistici in Cina e Giappone: la collezione del Museo Chiossone di Genova
ore 12.40-13 Domande da parte del pubblico e dibattito

INFO: Istituto Giapponese di Cultura, Via Antonio Gramsci 74 – Roma (MAPPA ISTITUTO GIAPPONESE ROMA), tel. +39 06 3224754

0
il mercantile di Livorno dal '8 al 11 dicembre 2016 in Fortezza Vecchia

Giovedì 8, venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 dicembre presso la Fortezza Vecchia di Livorno (MAPPA), si svolgerà la Christmas Edition del Mercantile, kermesse dedicata all’handmade e al vintage con 65 artigiani e crafter provenienti da tutta Italia. Dal Veneto fino alla Calabria, gli espositori presenteranno le loro creazioni di artigianato artistico e di qualità: vestiti cuciti a mano per i bambini, prodotti naturali di bellezza per le signore o collane per le ragazze. Ma anche stampe, illustrazioni, cornici, gioielli, ceramiche, vinili, borse e molto altro.

Prodotti esclusivamente handmade e vintage creati con amore da artigiani che hanno fatto delle loro passioni una professione, sposando la filosofia del Mercantile. Un network nato e cresciuto per educare ad una vita alternativa, per promuovere un consumo consapevole, soprattutto in vista delle prossime festività natalizie. Una realtà che in 3 anni è riuscita a ritagliarsi un posto di rilievo all’interno del panorama handmade e vintage italiano.

Il Mercantile mercatino Fortezza Vecchia di Livorno

Ci saranno ben quattro workshop pomeridiani: dal recupero di mobili in stile shabby alla realizzazione di un mini-book, sei truck-food che proporranno cibo toscano e vegano di qualità (e non solo) ed un collettivo di artisti e musicisti della galleria Buzz-Kill di Livorno con un particolarissimo live-painting ed un’originale installazione audio-video.

Ingresso gratuito. Orari di apertura: giovedì 8 dalle ore 15.30 alle 22; venerdì 9 e sabato 10 dalle ore 11 alle 24; domenica 11 dalle ore 10 alle 21.

0
collezionare giocattoli mode e tendenze

Con un occhio attento stiamo seguendo un settore che pare davvero di tendenza nel mondo del collezionismo diffuso (ovvero quello alla portata di molti): il crescente interesse per i giocattoli antichi e da collezione. Sono tantissime gli indicatori del fatto che il collezionismo di giocattoli gode di buona salute, fra tutti il moltiplicarsi di eventi e di musei dedicati alla storia del giocattolo.

Alcuni esempi? In Toscana, è diventato imprescindibile la Borsa scambio del giocattolo d’epoca e da collezione che richiama a Calenzano (FI) moltissimi espositori e collezionisti da tutta Italia. A Mantova abbiamo seguito con piacere la nascita e la promettente crescita della Borsa Scambio di Giocattoli. Anche i mercati periodici hanno deciso di organizzare esposizioni straordinarie proprio sul tema del giocattolo d’epoca, come “C’era una volta Antiquariato… Speciale giocattolo” in programma alla Fiera di Cesena il prossimo 17 e 18 dicembre 2016. E poi, come dimenticare gli interessanti musei disseminati un po’ su tutto il territorio nazionale, che raccontano la storia del giocattolo? Fra tutti segnaliamo quello di Zagarolo, del quale abbiamo parlato nell’articolo “I cinque musei del collezionismo da non perdere in Italia”. E ancora, le mostre a tema giocattolo come quella dedicata ai Playmobil della collezione Lionelli-Bartoli a Chianciano Terme (SI).

Ma il mondo del collezionismo evolve e allora è lecito domandarsi: cosa sarà collezionabile domani? Quali sono i giochi che attraggono oggi e diventeranno oggetti di culto? Moltissimi! Alcuni sono già oggetti da collezione, mentre vengono giocati… La Barbie, per esempio, fa parte dell’immaginario collettivo delle femminucce, dal lontano 1959. Le sono stati dedicate mostre, libri e la sua produzione continua a tirare fuori esemplari adattissimi alla collezione, come quella delle Festività 2016 la Barbie Magia delle Feste 2016 con abito turcheseStesso discorso vale, per i maschietti, per la saga di Star Wars: generazioni intere si sono appassionate alla lotta dei Cavalieri Jedi contro il Lato Oscuro. La cosa non è passata inosservata alle grandi multinazionali del gioco, la Lego per esempio, che continua a produrre pezzi come il modellino Millennium Falcon Astronaveche andrà sicuramente a riempire la collezione dei fans della saga di Lucas.

Infine un dubbio, che forse ha già una risposta. Sicuramente i best seller di queste festività saranno i giochi per le varie consolle – PlayStation, Wii, XBox – come il gioco di calcio FIFA 17 per PlayStation 4
Ci chiediamo quanto spazio ci sia ancora per la cura, l’esemplare unico, la conservazione in un’epoca nella quale tutto è massificazione e velocità di consumo. Ecco perché i giocattoli vecchi, vissuti, che hanno vinto il tempo attirano ancora grandi e piccini!

Vai alla barra degli strumenti