mercoledì , 12 dicembre, 2018

aste antiquariato e collezionismo

aste antiquariato e collezionismo
aste antiquariato e collezionismo

0

14 MARZO – FIRENZE

Comunicato stampa

Champagne Cristal Roederer e Krug
Champagne Cristal Roederer e Krug

Pandolfini Casa d’Aste di Firenze ha aperto la sessione primaverile presso la propria sede di Palazzo Ramirez Montalvo con la vendita di vini pregiati e da collezione. Il catalogo di questa sessione offriva una selezione di vini principalmente francesi provenienti da un’importante collezione. Grazie alla rarità degli assortimenti selezionati, ai prezzi competitivi e alla presenza di bottiglie di grande pregio anche in formati particolari, l’asta ha visto il 99% dei lotti venduti per il 188% delle stime minime per un totale di Euro 281.200.

La vendita prevedeva un’importante selezione di champagne, tra cui il lotto 1 Dom Pérignon Oenotheque 1985, 1 bottiglia magnum valutata 1.500 Euro e acquistata a 2.556 Euro e il lotto 2, una selezione Dom Pérignon Oenotheque Rosé e Blanc, stimata 1.400 Euro e aggiudicata a 1.988 Euro. Inoltre il lotto 4, composto da 13 bottiglie di Armand de Brignac, valutato 100 Euro e aggiudicato a 2.400 Euro.

Ottimo risultato per tutti i lotti di Bordeaux, in particolare per il lotto 37 composto da 1 bottiglia di Chateau Petrus 1985 valutata 600 Euro e aggiudicata a 1.560 Euro, il lotto 58 formato da 6 bt di Chateau La Mission Haut-Brion 2000, stimato 1.500 Euro e aggiudicato a 2.520 così come il lotto 61, 5 bottiglie di Chateau Latour 2000 valutate 2.000 Euro e acquistate a 3.360 Euro.

Grandi risultati anche per tutti i lotti di Borgogna in particolare il top lot, 1 bottiglia di Romané Conti 2003 Domaine de la Romanée Conti, stimata 4.700 Euro e aggiudicata a 7.560 Euro.

Casa d’Aste Pandolfini, Palazzo Ramirez-Montalvo, Borgo degli Albizi 26, 50122 Firenze
Tel. +39 055 2340888, email vini@pandolfini.it

0

VINI PREGIATI PROVENIENTI DA UN’IMPORTANTE COLLEZIONE TOSCANA
Firenze, Palazzo Ramirez-Montalvo
Venerdì 6 dicembre 2013, ore 11

Sassicaia asta vini Pandolfini

I lotti che andranno all’incanto – 425 di cui 349 italiani e 76 francesi – provengono tutti da un’importante collezione privata.  La Toscana è rappresentata dalle aziende vinicole più conosciute e prestigiose e i Supertuscans hanno una posizione di rilievo in tutta la vendita. Tenuta San Guido è presente con ben 49 lotti dello storico Sassicaia, composti da annate dal 1990 al 2009 in formati diversi. Tenuta dell’Ornellaia è presente sia con molti lotti di Ornellaia, composti da bottiglie di vari formati dal 1993 al 2007, che con un importante quantitativo del prestigioso Masseto, molto richiesto dal mercato di tutto il mondo. Il Veneto è rappresentato da due delle aziende vinicole più importanti con una preziosa collezione di bottiglie dal 1994 al 2004 di Amarone Dal Forno e un’altrettanto importante selezione di Amarone Quintarelli. Non poteva mancare il Piemonte, regione vocata per eccellenza alla viticoltura, rappresentata dai vini di Gaja, produttore simbolo tra gli italiani, con i suoi indimenticabili Costa Russi, Darmagi, Sperss, Conteisa, Gaja&Rey, Sorì San Lorenzo, Sorì Tildin. Infine la regione Umbria è invece presente con una bella selezione di bottiglie dell’ottimo Sagrantino di Montefalco Arnaldo Caprai. Per quanto riguarda la Francia invece il numero dei lotti è inferiore ma non difetta in qualità. La Borgogna è presente con due lotti di vere rarità, due casse intonse contenenti una selezione dello storico Domaine della Romanée-Conti anno 1997 e 2000, la prima stimata 8.500 Euro e la seconda 9.500 Euro. Dello stesso Domaine una bottiglia di Romanée-Conti 1999 valutata 8.000 Euro.

Per preservare lo stato di conservazione le bottiglie non verranno esposte, ma saranno conservate in cantina. Si invitano i futuri acquirenti a richiedere un report dettagliato sulle condizioni di ciascun lotto. Su appuntamento è possibile vedere le bottiglie presso la sede, in Borgo degli Albizi 26.
Info: Casa d’Aste Pandolfini, Palazzo Ramirez-Montalvo Borgo degli Albizi 26 – Firenze, Tel. 055 2340888

0

ARREDI ANTICHI VENEZIANI DELLA FAMIGLIA CORSANEGO

ARREDI E DIPINTI ANTICHI E DEL XIX SECOLO DA COMMITTENZE ROMANE

ARTE MODERNA, ARTI DECORATIVE, ARGENTI E COLLEZIONISMO

Sedie veneziane (XVIII secolo)

PROGRAMMA ASTE:
Martedì 24 settembre, ore 15 Arredi e dipinti antichi
Mercoledì 25 settembre, ore 15Arredi e dipinti del XIX secolo
Giovedì 26 settembre, ore 15Arte moderna e contemporanea, arti decorative
Venerdì 27 settembre, ore 15Argenteria, varia e collezionismo

Fra i lotti si segnalano: dodici sedie veneziane del XVIII secolo in legno a lacca azzurrina, con finiture in oro e lacca a finto marmo giallo, dipinte a figurini (stima € 10.000-15.000). Inoltre, dalla stessa collezione provengono lanterne, specchiere, appliques, candelieri, angoliere e sedie dello stesso stile e periodo.

Esposizione da venerdì 20 a lunedì 23 settembre 2013, ore 10/20

0

C.S.
TORINO, 12 settembre 2013 – Arredi, dipinti, argenti, ceramiche, libri antichi e oggetti d’arte dal XVI al XX secolo, per una base d’asta complessiva di 850 mila euro – saranno presentati da Bolaffi mercoledì 25 settembre a Torino.

Cuore della vendita sarà un insieme di circa trecento lotti di particolare interesse storico-artistico provenienti dalle raccolte di S.A.R. il principe Amedeo di Savoia, Duca di Aosta, che include esempi della pittura di corte realizzati tra il XVI e il XVIII secolo, come l’olio su tela attribuito al fiammingo Jan Kreack (detto Giovanni Caracca), con il ritratto dei primi tre figli di Carlo Emanuele I (base di partenza 15 mila euro), ma anche oggetti di uso quotidiano con gli emblemi di casa Savoia e delle dinastie reali europee con le quali la famiglia intrecciava rapporti, come il servizio da tavola di trecento pezzi della fine dell’Ottocento (base 10 mila euro) o la brocca d’argento con le armi di Olga Kostantinovna Romanova, moglie di Giorgio I di Grecia (base 3 mila euro).

Oltre all’insieme Savoia-Aosta, provengono da altre committenze private, ma hanno un carattere altrettanto sabaudo, l’insieme di oggetti, disegni e dipinti appartenuti al conte Luigi Cibrario, per oltre vent’anni politico eminente della casa reale (tra questi un piccolo collare dell’Ordine Supremo della Santissima Annunziata, massima onorificenza di casa Savoia, in asta da 10.000 euro) e una raccolta di testi rari dedicati alla figura di Eugenio di Savoia. In catalogo anche altri oggetti di eccezionale rarità: un imponente monetiere del XVII secolo in legno ebanizzato e lastronato in tartaruga (base 20 mila euro), una grande credenza a doppio corpo in noce del XVI secolo (base 15 mila euro) o un singolare tavolo da viaggio pieghevole del Cinquecento (base 5 mila euro).

I tre figli di Carlo Emanuele I
I tre figli di Carlo Emanuele I

«L’elevata qualità degli oggetti presentati e il loro valore storico-artistico rendono quest’asta di grande interesse per collezionisti, appassionati e arredatori» ha dichiarato Giulio Filippo Bolaffi, amministratore delegato del gruppo Bolaffi. «I prezzi di partenza sono decisamente competitivi, sarà il mercato a decretare il giusto valore degli oggetti proposti».

Info: Ufficio Stampa BOLAFFI s.p.a., via Cavour, 17, Torino, tel. +39 011 5576390

0

Servito piatti di Vienna (XVIII sec.)

18, 19, 20 GIUGNO 2013

ARREDI NEOCLASSICI DI UNA VILLA TOSCANA

MOBILI RUSSI, MAIOLICHE E ARTE ANTICA DA FAMIGLIE PATRIZIE

ARTI DEL XIX SECOLO, ARTE ASIATICA, ARGENTI E VARIA

Prima Tornata
Martedì 18 giugno, ore 15.30: “Arredi, dipinti antichi e maioliche”
Seconda Tornata
Mercoledì 19 giugno, ore 15.30: “Arredi e dipinti del XIX e XX secolo”
Terza Tornata
Giovedì 20 giugno, ore 15.30: “Argenteria, arte asiatica e etnica, libri e varia”
Esposizione: da venerdì 14 a lunedì 17 giugno 2013; orario continuato: 10/20
Info: Federica Lasi, Commissioni e Gara Telefonica, tel. (+ 39) 06 32283800
Nella foto: raro e importante servizio di piatti di Vienna in porcellana ‘pasta dura’, a smalto bianco con decoro in policromia a fiori ‘a mazzetti’. Composto da venti fondine, quarantasei piatti piani, quattro piatti da antipasti, quattro piatti da portata, due fiamminghe ovali, una legumiera a doppio manico, una formaggiera ed una zuppiera. Totale 79 pezzi. Marca in blu sotto coperta, sotto la base, fine XVIII secolo. Già collezione Aldegonda di Baviera, Duchessa di Modena; Conti Bayard De Volo, Modena e Nobile famiglia siciliana. Stima Euro 4.000-5.000

0

Paravento a dodici ante in legno di Homu

“Fine Chinese Works of Art”  è il titolo dell’Asta che si è svolta  il 22 e 23 maggio presso la Casa D’Aste Cambi di Genova. 

In catalogo 700 lotti di cui venduti più del 50 percento realizzando un venduto di circa  €  6.600.000, raddoppiando così le stime iniziali dell’intero catalogo e superando ogni aspettativa. Altissima la partecipazione straniera quasi il 95% di cui il 70% proveniente dalla Cina  e per il restante 30 dagli Stati Uniti, Regno Unito e Taiwan. Cifra da capogiro per il top lot, un importante paravento a dodici ante in legno di Homu (nella foto) con sessantaquattro placche in porcellana policroma, Cina, Dinastia Qing, Epoca Jiaqing  (1796-1820); le placche sono decorate a motivi floreali e paesaggi con figure nei colori della Famiglia Rosa. Ancora prima di aver preso  la comunicazione con tutte le linee telefoniche prenotate, dalla sala si è sentito  il primo rilancio a  500.000 euro e si è poi proseguito,  tra le 19 linee prenotate, la sala gremita e i due siti collegati ALIVE, fino a raggiungere l’ultima battuta, contesa tra due telefoni per qualche ultimo minuto: la cifra record di venduto per l’Italia è di Euro 2.096.000,00 che è stata accolta da un applauso finale!

0

il centesimo della mole

Sono 100 le monete da 1 centesimo stampate erroneamente e che hanno raffigurata la Mole Antonelliana anziché Castel del Monte. Un errore non da poco, che oggi ha un valore effettivo di ben 6.600 Euro! Questo è il prezzo pagato da un collezionista per aggiudicarsi il ‘Centesimo della Mole’ nell’ultima Asta Bolaffi dove è stata battuto con un prezzo di partenza di 2.500 Euro. Un risultato che ha superato le aspettative, come ha sottolineato Giulio Filippo Bolaffi, a.d. del Gruppo Bolaffi: “E’ una moneta ancora molto ‘giovane’ e questa prima volta all’asta rappresenta un precedente importante per stabilirne il valore collezionistico”. In queste 100 monetine il disegno sul retro è caratterizzato da un errore di conio: con valore facciale da 1 centesimo, ma con il diametro e l’immagine al dritto della moneta da 2 centesimi, la Mole Antonelliana di Torino, anziché l’immagine di Castel del Monte (sito in Puglia) che dovrebbe essere su tutte le monetine da 1 centesimo. Alcuni centesimi fortunati (6 in totale) sono stati già recuperati. Ne mancano 94. Alzi la mano chi da oggi non guarderà con più attenzione il tanto vituperato centesimo…

0

Bracciale cammei XIX sec. Asta Pandoldini maggio 2013Martedì 21 maggio 2013
ARGENTI, MONETE, GIOIELLI E OROLOGI DA POLSO

Mercoledì 22 maggio 2013
STAMPE E DISEGNI ANTICHI E MODERNI

Giovedì 23 e Venerdì 24 maggio 2013
DIPINTI ANTICHI E DEL SECOLO XIX, MOBILI E ARREDI PROVENIENTI DA UNA COLLEZIONE MILANESE E DA ALTRE PROPRIETA’ PRIVATE

Fra gli orologi da polso, il top lot è senz’altro il Rolex Daytona Paul Newman Ref. 6239, in acciaio, prodotto nel 1968, stimato 40.000/50.000 Euro. Fra i gioielli antichi segnaliamo un bracciale del sec. XIX, realizzato con cammei in conchiglia elegantemente intagliati a figure classiche e montati in oro giallo, stima 2.500 /3.500 Euro.

Esposizione: Milano, via Manzoni 45, da giovedì 9 a sabato 11 maggio 2013; orario 10/13 e 14/18. Firenze, Palazzo Ramirez-Montalvo, da venerdì 17 a lunedì 20 maggio; orario 10/13 e 14/19.
Info: +39 055 2340888

 

0

Arte orientale e reperti archeologici nella prossime vendite di Babuino Casa d’Aste di Roma, in programma giovedì 18 e venerdì 19 aprile 2013 (ore 15). Esposizione dei lotti, dal 15 al 17 aprile 2013. Read more: http://www.toscanantiquaria.it/lang/it/blog/2013/04/04/babuino-casa-d%E2%80%99aste-18-e-19-aprile-2013/

3_Babuino_18 aprile

Vai alla barra degli strumenti